La qualità è la nostra più grande passione.

La qualità è la nostra più grande passione.

La qualità è la nostra più grande passione.

La qualità è la nostra più grande passione.

La qualità è la nostra più grande passione.

La qualità è la nostra più grande passione.

La qualità è la nostra più grande passione.

La qualità è la nostra più grande passione.

Storia

Dal 1938 ad oggi: una realtà in continua evoluzione.

Dal 1938 ad oggi: una realtà in continua evoluzione.

Parlare della storia dell’azienda, è un po’ come presentare quella della nostra stessa famiglia.
Sono difatti andate avanti di pari passo, l’una di fianco all’altra, osservando i cambiamenti che progressivamente hanno coinvolto la società scortandola sino ai nostri giorni. Non si può parlare di vecchie vicende senza evocare ricordi più o meno felici, esperienze vissute e realizzate in prima persona nel corso degli anni che non sempre sono stati facili e le cui emozioni sono ancora forti nel cuore di ognuno di noi. E’ una trama scritta a più mani, una favola raccontata da più voci distinte, sensazioni narrate da occhi che hanno visto epoche diverse e mai eguali le une alle altre. L’anno a cui risale la nascita della Barbanera intesa come attività famigliare, corrisponde al lontano 1938 quando Altero Barbanera e Franceschini Maria, decisero di cominciare a gettare le basi per qualcosa che appartenesse a loro soltanto e che fosse una degna eredità per i loro figli. Inizialmente era tutto molto diverso rispetto a come siamo abituati a vederlo oggi. L’era del Fascismo e della Seconda guerra mondiale, imponevano degli standard che nulla avevano a che vedere con la modernità che attualmente ci circonda. Pensando all’epoca in cui tutto ebbe inizio, non è difficile immaginare che la qualità dei prodotti non contasse quanto la facile reperibilità o la disponibilità degli stessi. Il bisogno generale di beni di prima necessità, spingeva ad acquisti essenziali ed in grado di soddisfare solo l'impellenza primaria senza concedersi ulteriori vezzi. Dunque, quello che ben presto assunse i connotati di un piccolo negozietto a conduzione famigliare nel paese di Piazze, era volto soprattutto alla vendita di articoli di produzione propria come vino, olio, formaggi, uova e latte utili nella vita quotidiana. Sono occorsi molti anni affinché l’attività crescesse e ciò avvenne anche grazie alla possibilità di uscire dal proprio piccolo guscio. Divennero sempre più frequenti le visite ai mercati che si tenevano a Roma con cadenza giornaliera dove Altero e Maria si lasciavano il paese alle spalle carichi di merci buone speranze. Luigi che all’epoca era solamente un bambino, li seguiva regolarmente negli spostamenti ed ha continuato a farlo fin quando non è giunto il momento di sostituirsi a suo padre. Un passo veramente significativo tuttavia è stato compiuto nel 1978 quando Marco e Paolo, figli di Luigi, hanno deciso di rilevare la piccola realtà famigliare e di trasformarla in qualcosa di più grande, dal carattere forte, dall’immagine ben definita. Nacque così la “Enogest s.n.c.” in cui i due fratelli decisero di investire interamente il proprio futuro ed i propri sogni. Avevano una visione chiara di dove volevano arrivare, di ciò che volevano realizzare, poiché la passione per il buon vino era già insita in loro sebbene restasse ignoto il come raggiungere la meta desiderata. Cominciò così un periodo di esperimenti contraddistinto tuttavia da una profonda tenacia ed incredibile determinazione che li riscopriva sempre come vincitori. Nel corso degli anni non si sono mai tirati indietro innanzi alle sfide in cui sono incorsi ma hanno lottato per affermarsi e per affermare la loro attività che lentamente ha cominciato a plasmare la propria particolare filosofia di produzione. Una pietra miliare nella nostra storia corrisponde al 1982 quando abbiamo cominciato ad instaurare i primi rapporti stabili con la Germania che ci hanno aperto nuove prospettive in cui il mercato internazionale è stata la nostra più grande fonte di ispirazione.

La nascita della Barbanera per come la conosciamo noi oggi, risale tuttavia al non troppo remoto 2007 quando il nostro cognome ha dato una nuova immagine all'azienda e Simona, la più piccola dei tre fratelli di terza generazione, è entrata a far parte della società.

TOP

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ti preghiamo di cliccare il pulsante a fianco per accettarne l'utilizzo